SEO in Amazon: migliora il posizionamento dei tuoi prodotti

SEO in Amazon: migliora il posizionamento dei tuoi prodotti

09/06/2021 - Strategia di prezzo

È possibile posizionare i tuoi prodotti su Amazon? Le tecniche di SEO su Amazon (o posizionamento organico all’interno del marketplace) sono solite risultare tanto interessanti quanto sconosciute. Tuttavia sì, la cosa certa è che gestendo bene le informazioni incluse nelle tue schede di prodotto è possibile migliorare il SEO su Amazon per dare maggiore visibilità ai tuoi prodotti e vendere di più. Attenzione: una delle chiavi per migliorare il posizionamento passa dal contare su una strategia di pricing ottima. Qui ti diamo tutte le chiavi!

Perché fare SEO su Amazon?

Amazon è senza dubbio il gigante degli acquisti su internet. E, in quanto tale, conta sui suoi stessi valutazioni e metodi di acquisto per favorire i suoi introiti. Una parte di essi consiste nel fare sì che i venditori del suo marketplace siano sempre più attivi e competitivi sulla piattaforma, attraggano più utenti e, in questo modo, si riesca a chiudere più transazioni, tanto vantaggiose per la casa quanto per i venditori. Il SEO in Amazon risponde all’algoritmo Amazon A9. Questo emula in larga misura il processo di ranking dei motori di ricerca come Google, ma si serve dei suoi stessi elementi per posizionare i prodotti all’interno del suo grande magazzino online. Questo è ciò che fa sì che le regole del gioco del SEO in Amazon non siano esattamente uguali a quelle di google.

Insieme a questo algoritmo, sembra che la stessa piattaforma favorisca i risultati in funzione del vantaggio che potrebbe ottenere per la sua vendita – secondo questo studio pubblicato dalla MIT Techonology Review. Così, si valuteranno tanto gli aspetti relazionati al prezzo quanto la stessa relazione fra il marchio e il venditore.

Da qui che ottimizzare la tua strategia di pricing in Amazon è essenziale tanto se cominci a vendere su questo marketplace quanto se cerchi di migliorare la tua ratio di vendite e conversione.

9 elementi su cui fare SEO in Amazon

Amazon A9 dà rilievo maggiore ai 9 elementi che considera chiave quando si tratta di offrire un’esperienza migliore al compratore potenziale.

Questi sono i 9 elementi su cui puoi lavorare per fare SEO su Amazon:

  1. Titolo del prodotto: include riferimenti chiave come il marchio, il colore, le dimensioni… Inoltre, è importante che tu faccia uso delle migliori parole chiave per nominarlo in base a come si cerca.
  2. Immagini: sfrutta l’uso di varie prospettive che contengano la massima qualità possibile. Le dimensioni più grandi possibile ti assicurano questa soluzione con un’esperienza migliore (1000 x 1000px).
  3. Parole chiave: sii chiaro e conciso, pensa a come lo cercherebbe l’utente e lasciati valutare dallo stesso Amazon. Puoi usare strumenti per la ricerca di keywords su Amazon, ma tieni soprattutto in conto che hai pochi campi da sfruttare e che devi combinare tanto le parole generali come le long tail per affinare la ricerca del tuo prodotto.
  4. Descrizione del prodotto: hai più opportunità di usare le parole chiave all’interno della descrizione del tuo prodotto e ricorda di introdurre possibilità di uso, così come i principali vantaggi che hai rispetto al prodotto della concorrenza.
  5. Caratteristiche e dettagli: sfrutta questo campo con un punto di vista più tecnico, per dettagliare tutte le caratteristiche del tuo prodotto come dimensioni, tipi di componenti, software, materiali, ecc. Quanto più completa sarà, più aiuterai l’utente a colpire nel segno con la sua ricerca e con il suo acquisto.
  6. Categorizzazione: scegli una categoria e sottocategoria che includa prodotti della tua concorrenza per non perdere il posizionamento. Sfrutta le tue stesse parole chiave per fare una ricerca su Amazon e trovare quelle più specifiche per così contare su un fattore di differenziazione rispetto al resto.
  7. Opinioni e recensioni: uno degli elementi più valutati da Amazon è ciò che apportano gli stessi utenti. Usa i vantaggi che ti offre la piattaforma per richiedere e promuovere la valutazione dei tuoi prodotti da parte dei tuoi clienti.
  8. Pricing: ottimizza promozioni e prezzi per risultare più attraente per gli utenti e diventarlo di conseguenza anche per Amazon. Il marketplace preferisce i venditori che sono disposti a offrire un vantaggio extra agli acquirenti per ottenere un volume maggiore.
  9. Amazon Fulfillment: tenere in conto questo tipo con Amazon ti permette di fare in modo che sia l’impresa a farsi carico di packaging, logistica e invio dei tuoi prodotti. Il suo stesso interesse di vendita farà sì che escano meglio posizionati nei rankings perché - come abbiamo già visto – non è un sistema imparziale.
Autosuggest di Amazon

Come trucco finale, usa gli stessi strumenti che ti dà Amazon per ottenere i risultati migliori. Un esempio? Le parole suggerite all’utente nella sua barra di ricerca. Autosuggest di Amazon aiuta a completare possibili risultati che potrebbero essere di interesse per il compratore. Usa queste parole per spronare i tuoi prodotti e adeguarli a ciò che si considera più rilevante all’interno della tua categoria.

Se, inoltre, non conti su una strategia di dynamic pricing che ti permetta di mostrarsi sempre come una delle opzioni migliori per il consumatore, può darsi che tu perda opportunità di vendita. Possiamo aiutarti, scopri ciò che può fare Reactev.

Categoria: Strategia di prezzo

Tag: concorrentes, e-commerce

Condividi questo post:

mariajose.guerrero

Prima soluzione di dynamic pricing progettata da e per retailer