Qual è la strategia dei prezzi dinamici di Amazon

Qual è la strategia dei prezzi dinamici di Amazon

12/16/2021 - Prezzi dinamici

Amazon continua a scommettere sulle strategie dei prezzi dinamici quasi dall’inizio della sua espansione globale, nel 2012. Da allora, il marketplace di Jeff Bezos non ha smesso di scalare posizioni nella sua carriera per convertirsi nel più grande colosso di internet; e probabilmente la sua innovativa applicazione del dynamic pricing è la responsabile del suo successo. Come utilizza Amazon i prezzi dinamici? Perché è il punto di riferimento di moltissime altre società di vendita online?

Come cambiano i prezzi su Amazon?

Su Amazon si producono una media di 2,5 milioni di variazioni al giorno. Il suo catalogo è composto da ben 400 milioni di prodotti. Immaginiamo quale deve essere la dimensione dei gruppi stabiliti nella sua strategia di dynamic pricing per creare le corrette dipendenze tra le variabili e i distinti parametri che si tengono in considerazione nel momento in cui devono essere cambiati i prezzi. Queste cifre riflettono, senz’ombra di dubbio, l’ottima strategia dei prezzi dinamici utilizzata dall’azienda.

Secondo uno studio realizzato da Minderest nel 2018, Amazon può arrivare a variare i prezzi dei suoi prodotti fino a un 20% quando i suoi competitor offrono promozioni e sconti. Questo sì, lo fa in maniera progressiva fino a ottenere la massima redditività in funzione delle sue previsioni di vendita. In questa maniera riesce a essere più economico mantenendo il controllo sui suoi margini di profitto. Consiglio dell'esperto: il massimo profitto per il tuo negozio si trova in virtù dell'equilibrio tra il miglior prezzo e il rapporto di vendita che andrai a raggiungere con esso.
 

Perché hanno successo i prezzi dinamici di Amazon?

Amazon è uno dei negozi online meglio valutati dai consumatori, sia per la sua usabilità che per la soddisfazione della customer experience che offre. Proprio per il fatto che le sue strategie dei prezzi variabili sono conosciute da tutti è uno dei valori che più vengono apprezzati dagli utenti, che sanno perfettamente di poter fare i propri acquisti nei momenti ottimali con i migliori prezzi.

I clienti di Amazon sanno che i prezzi variano, e si preoccupano anche di conoscere il loro meccanismo di funzionamento. Esistono infatti dei price tracker che permettono di confrontare quello che è stato il miglior prezzo storico del prodotto che gli interessa e rilevare quando si presenta una buona occasione per acquistarlo.

Nelle date di sconti più importanti come il Prime Day, il Black Friday e il Cyber Monday possono riconoscere facilmente se un’offerta è veramente buona o se il prezzo è stato prima aumentato per poi applicare lo sconto.

Come cambiano i prezzi su Amazon

Quali fattori utilizza Amazon per i suoi prezzi dinamici?

La strategia dei prezzi dinamici di Amazon è uno dei suoi segreti custoditi sotto chiave. Ci sono infatti esperti che la seguono da vicino per capire il suo funzionamento. I software di monitoraggio dei prezzi e gli studi dei cataloghi aiutano in questo compito come se si trattasse di qualsiasi altra analisi dei prezzi della concorrenza.

Tuttavia, nonostante l’opacità nella strategia dei prezzi dinamici di Amazon, si possono comunque individuare i parametri globali che utilizza questo colosso per effettuare le sue variazioni dei prezzi.

I fattori di variazione dei prezzi su Amazon possono essere suddivisi tra valori globali, che si riferiscono al comportamento del mercato, e i valori dell’utente, che influiscono unicamente sulla storia del consumatore e sul suo customer journey. Vediamo quali sono queste variabili.

  1. Volume della domanda. Amazon applica distinte variazioni di prezzo secondo la domanda prevista per il prodotto da parte del mercato. Inoltre tiene in conto se questa domanda è stagionale, se è prevedibile e quale tipo di necessità porta l’utente a fare l’acquisto: moda, bisogno, social push…
  2. Volume dello stock. Come in ogni cosa, più il prodotto è esclusivo, maggiore è il costo che solitamente comporta. Nel caso di Amazon, quando le unità di scorta sono già scarse e si prevede una domanda sostenuta, è probabile che vengano applicate variazioni di prezzo al rialzo quando si conferma che questo non limiterà l'acquisto da parte di un segmento di consumatori.
  3. Visita del prodotto: ricorrenza e ripetizione. Grazie al tracciamento dell'utente tramite cookie, la piattaforma di vendita può sapere quante volte l'utente ha consultato lo stesso prodotto, se lo fa in un certo momento o se, ad esempio, è solito consultare contemporaneamente un insieme di prodotti correlati. In questo modo, puoi stabilire strategie di prezzo più allettanti per il potenziale acquirente che lo aiutano a migliorare il suo rapporto di vendita e il valore medio di ogni transazione.
  4. Giorno e ora dell’acquisto. Come nel settore turistico, l’acquisto di determinati prodotti a volte è limitato a giorni specifici della settimana o, addirittura, a determinate ore del giorno, quelle in cui probabilmente l’utente ha più tempo di consultare, comparare e decidere. È in questi momenti che Amazon promuove determinate variazioni dei prezzi.

La strategia dei prezzi dinamici di Amazon ha segnato un prima e un dopo nel modo in cui si effettuano gli acquisti online. La percezione positiva da parte dei consumatori e l’aumento ricorrente delle sue entrate ci fanno comprendere che una strategia di dynamic pricing è la scommessa vincente per qualsiasi e-commerce che vuole vendere di più e meglio. Vuoi farti aiutare da Reactev per farlo anche con il tuo negozio?

Categoria: Prezzi dinamici

Tag: pricing

Condividi questo post:

mariajose.guerrero

Prima soluzione di dynamic pricing progettata da e per retailer